sabato 13 giugno 2015

IL MOVIMENTO FEMMINISTA, TUTTA LA VERITA'








Il movimento femminista - la distruzione

del femminino sacro- ipersessualizzazione

delle masse - il maschilismo - aborto -

divorzio - distruzione della famiglia


femminismo


PREFAZIONE:

SE SI VUOLE ATTACCARE UNA CIVILTA’, DISTRUGGERLA DAL SUO INTERNO, UNO DEGLI OBIETTIVI PRINCIPALI E’ LA DONNA, PERCHE’ LA DONNA HA IN SE' LA PARTE CREATRICE, IL FULCRO D'OGNI CIVILTA’ E’ RAPPRESENTATO DALLA DONNA, IL SUO UTERO E’ QUELLO CHE PERMETTE LA SOPRAVVIVENZA DI TUTTA LA SPECIE, E QUINDI L’ESSENZA STESSA DELLA RAZZA UMANA; DISTRUGGERE LA DONNA, SIA SPIRITUALMENTE CHE FISICAMENTE, EQUIVALE AD UN CRIMINE CONTRO TUTTA L'UMANITA' E QUINDI MINACCIARE LA SUA STESSA SOPRAVVIVENZA, DI CONSEGUENZA CONTRO IL CREATORE


Il movimento femminista, al contrario di quello che si crede, non è stato un movimento spontaneo dettato dalla ribellione di donne stufe d'essere sottomesse dall’uomo, ma, come tutti i maggiori movimenti pubblicizzati e portati avanti da campagne mediatiche, è un movimento voluto e creato dall’élite SINARCHICA; è stato, forse, la prima attuazione pratica inconscia della teoria delle finestre d'Overton (vedi: http://decamentelibera.blogspot.it/2014/10/pedofilia-da-inaccettabile-ad-imposta.html ).
Mentre si è fatto credere di portare avanti un qualcosa che potesse  migliorare le condizioni della donna, aveva ed ha lo scopo di dividere l’uomo dalla donna e di distruggere la donna stessa sia nella sua figura simbolica archetipa che fisicamente.
Nessuno vuole mettere in dubbio le ingiustizie che alcune donne hanno subito durante la storia, e continuano a subire ancora oggi, ma sicuramente le donne devono incominciare a separare le storie di drammatiche situazioni di violenza con la vita reale, e capire che non tutti gli uomini sono dei maschilisti schiavisti, come non tutte le donne sono delle vittime prescelte.
Se vogliamo, l’élite sinarchica ha usato la stessa tecnica di quando mise in vigore la pseudo-democrazia, fece intendere alle masse di aver dato loro la libertà, mentre li riduceva schiavi più di quanto siano mai stati, ma illudendoli d'essere liberi di scegliere il burattino di turno, mentre lavorava dal di dentro per distruggere la civiltà stessa !!!
Immagine

Hanno preso come pretesto ignoranti e violenti, per dividere l’uomo dalla donna, creando odio e divisioni, queste divisioni e contrapposizioni a livello fisico hanno delle ricadute devastanti, in cui vediamo famiglie distrutte e i figli che poi ne pagano le conseguenze, ma a livello spirituale la questione è molto seria, stanno distruggendo il principio mascolino e il principio femminile.
Come spesso abbiamo detto, l’élite sinarchica conosce bene le tematiche esoteriche occulte e le leggi che governano l’universo, sanno quali energie muovere per ottenere il loro dominio.
Sanno che la donna racchiude in se il femminino sacrola forza creatrice, l’utero da cui nasce la vita; indebolire e rendere la femmina un soggetto slegato dalla sua natura creatrice, opera verso la distruzione della società stessa.

Infatti cosa dice il 7° principio ermetico: ( http://xoomer.virgilio.it/sothis/kybalion.htm )

Il principio del genere

“Esiste un genere in tutte le cose; tutto ha un principio maschile e un principio femminile; il genere si manifesta su tutti i piani“

Questo principio implica la verità che il genere esiste in tutto; i principi maschile e femminile sono costantemente in azione. 
Questo è vero non solo sul piano fisico, ma anche sul piano mentale e addirittura su quello spirituale. 
Sul piano fisico, il principio si manifesta sotto la forma del sesso; sul piano superiore, assume delle forme più elevate, ma è sempre il medesimo.

Senza di esso non è possibile alcuna creazione fisica, mentale o spirituale. Quindi senza l’unione del principio maschile e quello femminile (polo positivo e polo negativo), non avviene la creazione, che in questo caso riguarda appunto la nascita di un bambino.

In pratica vogliono distruggere e estinguere la nostra specie.

Come specificato sopra, il femminismo è stato fomentato, finanziato e creato dall’élite sinarchica, infatti pochi sanno che Gloria Steinem, una delle figure di punta del movimento femminista sionamericano, ha rivelato in un'intervista che il movimento di liberazione della donna era segretamente finanziato dalla CIA. (Braccio armato tra i più crudeli al servizio della sinarchia)

Tutti quelli che manifestavano contro l’establishment, non sapevano di essere manipolati, finanziati e diretti segretamente dalle emanazioni di quell’establishment che volevano combattere !!!

TESI  -  ANTITESI  -  SINTESI
 
Immagine
Gloria Steinem a sinistra nella foto

Un altro esempio è Aron Russo, un noto produttore americano che è stato anche Governatore dello stato del Nevada; ebbe modo di conoscere Nicholas Rockefeller, appartenente ad una delle famiglie della sinarchia; nel corso della loro breve amicizia, poi stroncata quando capì che gentaglia schifosa sono, gli confidò alcuni segreti sulla manipolazione delle masse, che poi Aaron rivelò in una lunga intervista con Alex Jones (http://www.prisonplanet.com) e creando alcuni video documentari che parlavano di parecchie questioni riguardanti l’élite sinarchica al potere, tra cui  ”America Freedom to Fascism” disponibile con i sottotitoli in italiano sul mio canale YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCs4q38WHCtmBKFvrza-INHw/videos?view=0&sort=p&flow=grid.

Qui invece rimanendo in tema:
Aaron Russo rivela le confidenze fatte da Nick Rockefeller sul Femminismo:
210207_russo_rfeller_lg
da sinistra verso destra,  Aron Russo e  Nicholas Rockefeller

Fra le altre cose racconta di come anche  il movimento femminista è stato finanziato dall’élite sinarchica e con quale scopo.

Rockefeller disse a Russo: Secondo te, cosa è stato il movimento femminista?” e Russo, come probabilmente risponderebbe il 100% di noi, più o meno le solite banalità: “Beh, una cosa buona, la donna che si libera, non è più schiava, può uscire a lavorare, realizzarsi,...”

Rockefeller:“Vedi che non sai proprio niente? Siamo stati noi a finanziare e promuovere il movimento femminista. 
E vuoi sapere perché? Per una serie di motivi, ma ti cito i due principali: Primo, se la donna lavora fuori, possiamo tassare anche il suo lavoro, cosa che non possiamo fare se lavora in casa; secondo, perché così possiamo togliere i bambini fin dall’infanzia dal controllo della famiglia, e metterli sotto il controllo dello stato.”
Nelle foto sottostanti alcune donne del movimento femminista, fanno con le mani, il simbolo che simboleggia il triangolo con il sole in mezzo, l’occhio onniveggente, le mani devono puntare verso il sole, come ispiratore per diffondere l’illuminazione;
questo simbolo appartiene ai circoli esoterici occulti, non è conosciuto dalle masse, infatti a queste persone è stata detta tutt’altra cosa, in effetti dimostra che non sanno cosa stanno effettivamente facendo.

Immagine
Immagine
Lo stesso simbolo viene fatto da Jai-z, noto cantante legato alla propaganda degli illuminati
jay-z-illuminati
questo simbolo era conosciuto anche da Aleister Crowley , che disse:
«Le dita si incontrano sopra di testa, formando tra pollici e indici il Triangolo ascendente di fuoco»
segno_del_fuoco

The Power of Sexual Surrender, un libro del 1958 scritto da una psichiatra, Marie Robinson, sostiene che la femminilità si basa sul sacrificio femminile (altruismo) e sulla fiducia negli uomini. Il femminismo ha distrutto questa fiducia e le donne sono state dotate di una sorta di “pene psicologico”. Invece di mogli e madri devote, molte donne sono diventate nemiche dell’uomo e frigide. Questo indottrinamento delle nostre donne continua attualmente, nei mass media. (Sostanzialmente quello che notai personalmente a fine anni ottanta nella mia città Ferrara).
Quindi la donna è stata sradicata come elemento essenziale della famiglia, e spinta attraverso una mendace e illusoria propaganda di emancipazione, a scontrarsi con l’uomo, intraprendere la carriera (scoprendo solamente poi che è sottopagata rispetto il maschio), a dedicarsi al lavoro (difficilmente apprezzato dal datore), ad avere libertà dei comportamenti, dei costumi, insomma avere indipendenza e libertà (prima non sperimentate), che in realtà diviene solamente una licenza per poter assumere i comportamenti più degenerati di alcuni maschi (sempre tramite manipolazioni subdole).
Comportamenti che però hanno delle conseguenze disastrose per tutta la società e la donna stessa, che mai fù più schiava e sfruttata nel periodo odierno, e tutto questo senza riuscire a capirlo.
Immagine

Il modello della donna che cura i figli, si prende cura della casa e accudisce il marito in una armonia senza tempo, è stato denigrato e deformato affinché assumesse i contorni dello sfruttamento e della sottomissione della donna.
La parola “casalinga” ormai fa solo pensare a una prigioniera, ignorante, che si annoia tutto il giorno, che vive sotto le grinfie del maschio, mentre doveva essere la natura principale della donna, accudire i suoi figli, darle amore, educarli e sostenerli nei momenti del bisogno, quale cosa da più soddisfazione e gratificazione a una donna, se non l’amore dei suoi figli e di suo marito?
La donna è la regina della casa, e l’uomo deve sacrificarsi per la famiglia, il naturale è stato sostituto con l’artificiale e i danni li vediamo ogni giorno nella nostra disastrata società.
Fate un po' mente locale voi, di cosa sia meglio, se una donna che cura i figli, gioca felicemente con loro e una donna che deve  lavorare per 8-10 ore in una azienda, fabbrica, bar o in negozio dove molte volte è importunata da altri uomini, dove deve fare lavori ripetitivi, sottostare a stress, frustrazione o un super mercato a battere scontrini e magari anche sottostare ai voleri del capo?
Il paragone non regge.
Tenendo conto che la maggior parte delle donne che lavorano, sono costrette a lavorare nella vendita al dettaglio o nell’industria, sono poche quelle che arrivano alle carriere manageriali o al potere decisionale, dimostrando l’illusione in cui vivono, mentre nei posti di potere restano gli stessi pupi dei sinarchi che hanno messo la donna contro l’uomo.
donne-al-lavoro
Donne-al-lavoro-piu-tempo-degli-uomini_h_partb
la nostra società ha subito una trasformazione della donna o nelle sue aspirazioni, da un modello sano e naturale:
mamma-lavoratrice
ad un modello falso, illusorio e innaturale
Carriera

Questi esempi non valgono per tutte le persone (grazie a Dio), né vogliamo fare intendere che la donna deve stare per forza in casa, ma sicuramente una maggioranza di esse mira a questi modelli imposti o addirittura viene spinta dai genitori stessi pensando sia per il loro bene, il tutto senza avere una vera coscienza di cosa si  voglia veramente.
Naturalmente a questo bisogna anche aggiungere, che molte donne sono costrette alla vita lavorativa, in quanto lo stipendio del solo marito non basta per le necessita della vita quotidiana, per pagare mutui, bollette, spese per la scuola etc. ...
Anche questo è stato programmato per allontanare la donna dalla casa, e lasciare che i figli vengano indottrinati dal sistema fin da piccoli e cresciuti dalla televisione, i cui effetti devastanti sono sotto gli occhi di tutti (ghiottissima occasione per inculcare concetti distorti ai bimbi tramite i lavaggi del cervello "gender" dei filo pederasti che assaltano le nostre scuole con nomee di onlus fantomatiche e plutodemocratiche).
Il risultato di tutto questo lo vediamo ogni giorno: divorzi che oramai sono divenuti la regola e anzi sono di molto maggiori di chi resta insieme, bambini che soffrono per i divorzi dei genitori, dove spesso sfociano in depressioni o problemi psicotici, famiglie distrutte, oppure con entrambi i genitori occupati al lavoro, quindi tempo sottratto ai figli e alla loro educazione, preoccupazioni economiche, stress accumulato, frustrazione, ecc ecc.
Sono riusciti ad ottenere il modello di una  “donna lavoratrice” distruggendo i valori che caratterizzavano la famiglia tradizionale.
magazineEsproprio
Immagine

Non molto tempo fa la maggior parte delle donne aveva un concetto diverso della famiglia e della vita, oggi vivono un concetto indotto e deviato della loro natura stessa; nel confronto i due tipi di pensiero della donna cosiddetta “tradizionale” e della donna moderna, uscita dopo la rivoluzione femminista.

DONNA MODERNA
  •  Non vogliono figli nell’immediato e probabilmente neppure in futuro
  • Le piace avere rapporti sessuali con patner multipli e si sente orgogliosa di questo
  •  Beve moltissimi alcolici
  • Stesso discorso per le droghe
  • Le piace andare in giro svestita per farsi notare
  •  Agisce in modo aggressivo, insegnando indirettamente ai bambini che l’essere aggressivi è positivo.
 DONNA PRE TRATTAMENTO SINARCHICO
  • Cerca un buon marito
  • Desidera avere figli
  • Ritiene un obiettivo primario quello di allevare i figli, e di sacrificarsi per loro
  • Non cerca sesso se non da suo marito (su questo ho dei dubbi)
  • Mostra delicatezza e gentilezza per creare una comunità / società adatta ad allevare i figli
Nessuno di noi non può non vedere cosa sta accadendo alla nostra società, e di come la maggior parte delle nostre donne abbiano adottato questo modello degenerato, della cosiddetta donna moderna, imposto dai sinarchi con lo scopo di sovvertire la nostra civiltà e dominarci.
Basti vedere il percorso intrapreso da molte ragazze occidentali (anche uomini naturalmente), fino a una certa età pensano solo a “divertirsi” assumere alcool, drogarsi, frequentare più ragazzi, per lo più imbecilli che le sfruttano e le deludono, creando reazioni a catena che si riflettono su altri, e creando ancora di più divisione tra uomo e donna, pensano a cose frivole, a truccarsi gia in età adolescenziale o addirittura a chiedere interventi chirurgici per aumentare il seno, sintomo dell’edonismo distruttivo inculcato nella nostra società dai mass media comandati dalla sinarchia.
Arrivate a una certa età avanzata, molte di queste ripiegano sui soldi, tralasciando l’amore, l’essenza della vita, essendo state abituate a questo becero materialismo sessuale.
Dopo le scuole superiori molte di esse vanno all’università, inseguendo la carriera, altre intraprendono il lavoro, quante di queste pensano seriamente di voler trovare una brava persona con cui sposarsi e formare una famiglia?

Molte poi finiranno a fare lavori umilianti (sopratutto in questo tempo di crisi), o adattarsi al precariato e a sacrifici immani e inutili, mentre le  famiglie in Italia fanno sempre meno figli, anche per la situazione economica (creata apposta).
I servi mediatici hanno avuto il compito di spingere tramite la propaganda, pubblicità, giornali, film, musica, riviste etc.
Questo modello degenerato della donna, un modello aggressivo contro l’uomo, contro la natura femminile, molte volte volgare, sessualizzato, e peggiore di molti uomini inferiori che esse stesse dicevano di contestare.
 crotchgrab
1donne_motori (22)

Non vi è nessun progresso, nessuna libertà, ma solo perversione e licenza d'assumere comportamenti degenerati e distruttivi, presentati come emancipazione della donna, mentre la si sta rendendo schiava totalmente. Una donna debole, insicura, confusa, e in profondo contrasto con la sua natura stessa.
Infatti se da una parte la donna è stata indotta a questi comportamenti dall’altra si lavora per renderla sempre più insicura, debole e confusa, imponendo modelli di donne anoressiche o canoni di bellezza ingannevoli, che sono raggiungibili solo tramite il foto ritocco con photoshop.
Perché allora i mass media continuano ad insistere nel proporre tali scempi?
C’è solo una parola per descrivere questo assalto continuo sulle donne – un colpo basso. I media hanno creato uno standard definitivo di ciò che conta e le donne si confrontano con esso, giudicandosi, consapevolmente o meno. Tutto questo porta le giovani donne e le donne in generale a sentirsi inadeguate.

andrea-bruga-brugnera-designer-rassegna-stampa-glamour-copertina

In tutto questo contesto possiamo analizzare le varie leggi sull’aborto emanate negli anni passati, in cui si autorizza a uccidere un bambino mentre lo si dovrebbe proteggere e anche se non si ha voglia di tenerlo o non si ha la possibilità economica, avere la possibilità di darlo in adozione a coppie che non possono avere figli.
Un giorno sentivo parlare il sodomita Vendola, in cui vaneggiava di progresso e di conquiste la legge sul divorzio e l’aborto, queste persone considerano un progresso quello che dovrebbe essere considerato un abominio!!!! E’ questo il segno che stiamo arrivando a un collasso, che non sarà facilmente gestibile, per queste persone che sono i responsabili della nostra rovina.
La donna  come scritto in precedenza, è il simbolo archetipo del femminino sacro, la forza creatrice, deve essere protetta da questo attacco contro la nostra civiltà, le nostre sorelle devono subito capire che sono state ingannate, come sono stati ingannati gli uomini;
La donna dovrebbe poter avere la possibilità di avere una famiglia e vivere  felice nel crescere i propri bambini, dedicandosi alla casa e alle cose che più la aggradano, e se vuole anche inseguire la carriera, ma per scelta non per imposizione economica o inseguire una falsa indipendenza. In realtà questa indipendenza e modernità che gli è stata inculcata dai mass media, serve solo a separarla dalla sua vera natura e a dividerla dall’uomo. Questa divisione comporta l’infrazione di una legge naturale, la legge della creazione si serve della forza maschile e della forza femminile per creare, se questi vengono separati si crea l’estinzione della specie. le donne non sono solo un oggetto sessuale, come le vogliono rappresentare, facendo finta di emanciparle, ma sono un qualcosa di sacro da proteggere.
Nelle antiche culture la dea madre aveva un ruolo predominante, e queste culture erano matriarcali, poi divennero patriarcali.
Difendere le nostre sorelle e la donna in generale vuol dire difendere la propria specie e la sopravvivenza legata ad essa.


1 commento:

  1. C'è un nome e cognomedi chi ha scritto questo articolo?

    RispondiElimina